Incontinenza fecale riabilitazione Bologna

incontinenza fecale riabilitazione Bologna

Definizione di Incontinenza Fecale: Perdita involontaria e incontrollata di feci liquide, solide e gas intestinali in tempi e luoghi socialmente inaccettabili.

L’incontinenza fecale è un disturbo relativamente frequente e spiacevole che provoca inevitabilmente un peggioramento della qualità di vita, in quanto, la paziente che ne è affetta, tende ad isolarsi socialmente, riporta una perdita/calo di autostima e vive senza dubbio questo disturbo come una condizione umiliante e limitante.

I SINTOMI

Spesso la paziente lamenta emissioni involontarie di gas, oltre alla flatulenza, si possono presentare vere e proprie perdite di materiale fecale di lieve entità come l’imbrattamento degli indumenti intimi (Soiling) o più cospicue.

Lo stimolo alla defecazione può essere avvertito ma non seguito da un buon controllo dello sfintere anale, oppure totalmente inavvertito.

Le cause dell’incontinenza fecale sono svariate e determinano la gravità del disturbo che potrà essere occasionale fino alla totale mancanza di controllo dello sfintere anale.

Tra le cause troviamo:

  • -Traumi ostetrici  (principale causa di incontinenza fecale nel sesso Femminile) –
  • Stipsi cronica (a lungo andare porta ad un indebolimento del pavimento pelvico dovuto alle spinte e gli sforzi per la defecazione)
  • Diarrea
  • Interventi chirurgici che portano ad una perdita di elasticità del retto
  • lesioni muscolari
  • lesioni spinali
  • Prolassi rettali
  • Neoplasie
  • Emorroidi gravi
  • Patologie neurologiche
  • Disturbi intestinali cronici
  • Disturbi della sfera emotiva e stress
  • Senescenza

Un buon approccio nella cura dell’incontinenza fecale è la riabilitazione perineale, indicata in pazienti con lesioni non rilevanti e nervi integri che riportano una ridotta capacità sensitiva o scarsa attività muscolare del pavimento pelvico.

L’esercizio muscolare porta al potenziamento ed all’aumento della resistenza (Endurance) di sfinteri e pavimento pelvico. Oltre al rinforzo muscolare, interventi comportamentali sullo stile di vita e sull’alimentazione, portano il paziente ad una maggior consapevolezza del proprio corpo e del proprio piano perineale, quindi ad una capacità di resistere allo stimolo defecatorio e procrastinare la defecazione in momenti e luoghi più opportuni

TECNICHE RIABILITATIVE PER L’INCONTINENZA FECALE

CHINESITERAPIA PELVIPERINEALE

Prevede una prima fase di presa di coscienza da parte del paziente del piano perineale e del proprio corpo.

La seconda fase, prevede l’esecuzione attiva da parte del paziente di esercizi sul rinforzo e sulla resistenza della muscolatura perineale.

BIOFEEDBACK

Tecnica terapeutica comportamentale che, per mezzo di sonde endoanali collegate ad un’attrezzatura elettronica e computerizzata, è in grado di dare al paziente indicazioni di tipo visivo sull’andamento della contrazione o rilassamento della muscolatura perineale.

Il paziente, grazie a questa informazione di ritorno, sarà in grado di apprendere, riconoscere, ed eventualmente modificare eventuali dissinergie muscolari.

ELETTROSTIMOLAZIONE FUNZIONALE

Tecnica passiva con effetto diretto sulle fibre muscolari che permette la motilità volontaria del piano perineale, al fine di accrescere la percezione e la forza del muscolo e di contrastarne il trofismo.

GINNASTICA IPOPRESSIVA

Tecnica ideata dal Professor Marcel Caufriez, Dottore in Scienze Umane e Riabilitazione, con lo scopo di creare una ginnastica post-parto che potesse prevenire il rischio di incontinenza urinaria e di prolassi, rinforzando sia la fascia addominale che il pavimento pelvico senza riportar alcun effetto negativo su quest’ultimo.

Ad oggi, si utilizza questa tecnica non solo a scopo preventivo, ma anche a scopo riabilitativo.

Trattasi di una sequenza di posture mantenute in apnea espiratoria, accompagnata da una falsa inspirazione che porteranno ad una pressione negativa all’interno dell’addome con conseguente attivazione involontaria della muscolatura pelvica.

RIABILITAZIONE VOLUMETRICA

Indicata nei casi di alterata percezione del bolo fecale e/o ridotta compliance rettale. Serve a recuperare una migliore percezione del bolo fecale nell’ampolla rettale

TERAPIA COMPORTAMENTALE

Si andrà ad intervenire sullo stile di vita, alimentazione e abitudini scorrette del paziente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close